Archivi tag: processione

Staticità

A cer z’è squagl e a prc’ssion n’n chemin

Trad. La cera si squaglia e la processione non cammina

Annunci

2 commenti

Archiviato in Proverbi

Ferragosto

Ferragosto 15 agosto

A Petrella, in questo giorno si svolge la processione dell’Assunta per la festa dell’Assunzione di Maria Vergine che si svolge nella mattinata dopo la Santa Messa. Il corteo percorre il paese accompagnato dalla banda musicale locale e fa una sosta lunga in Via Regina Elena, davanti alla scuola elementare. Qui la folla dei fedeli forma un lungo corridoio lungo il quale accorrono le persone a benedire i propri mezzi di locomozione. Anticamente invece venivano benedetti gli animali domestici e da lavoro che avevano una grande importanza nell’economia cittadina.

Dopo la funzione religiosa, c’è l’usuale pranzo in famiglia in genere a base di lasagne e agnello arrosto, un must nelle grandi occasioni.

Nel pomeriggio si svolge l’ormai ultra-decennale torneo di scopa organizzato dal Bar Capocefalo in c.da Fonte Mancini intitolato ad Alfredo Gasbarrino, stimato concittadino scomparso pochi anni fa. Al torneo, giocato rigorosamente in coppia, partecipano in moltissimi e il premio finale consiste solitamente in un buono viaggio messo in palio dal gestore del bar.

Lascia un commento

Archiviato in Feste

S.Antonio di Padova

S. Antonio di Padova 13 giugno

E’ una festa molto sentita a Petrella e festeggiata con grande devozione. La sera del 12 giugno vengono accesi molti falò per tutto il paese accanto ai quali si gusta il piatto tradizionale delle “sagnitelle con i ceci” (pasta lunga fatta in casa con i ceci) bagnato da un buon vino paesano. Molte famiglie offrono la “cena” a tutti coloro che desiderano sedersi a tavola per devozione al santo. Tutti sono i benvenuti ed è cattiva abitudine ringraziare poichè è stata un’azione devota a S.Antonio. Durante la serata il parroco in processione va a benedire tutti i fuochi del paese.

Durante il giorno, molte famiglie per devozione fanno in casa delle pagnottelle di pane che distribuiscono a chiunque ne voglia. E’ pane benedetto che sarebbe peccato sprecare. Infatti, durante la messa diurna viene fatta la benedizione del pane; alla funzione segue la processione molto folkloristica e affascinante con il lancio di petali di fiori (generalmente rose rosse) alla folla in corteo da parte della gente sul ciglio delle strade.

Lascia un commento

Archiviato in Feste

Ascensione

Ascensione 23 maggio

A Petrella, in mattinata si svolge la processione che sosta durante il percorso presso alcuni punti del paese (Porta da Capo e Porta da Piedi in via Cavour).

Tempo fa si deponevano croci di cera in apposite nicchie ricavate all’uopo sui muri di alcune case. Queste croci stavano lì a proteggere tutto il popolo e allontanare ogni sorta di calamità. Infatti si guardava alla campagna seguendo con apprensione il processo di crescita del grano: “P’Ascenz l’ourij spic e u ran ch’menz” (per l’Ascenzione l’orzo è già spiga ed il grano inizia a germogliare). Se questo detto non si verificava, l’annata era di scarso raccolto.

Oggi questa festa non è più così sentita come allora, ma resta comunque importante nell’immaginario petrellese.

Lascia un commento

Archiviato in Feste

S.Antonio Abate

S.Antonio Abate 17 gennaio

A Petrella, nella vigilia della festa viene cotta la ricciata. E’ un piatto a base di grano,granturco e ceci lessati.

Nel giorno del santo, si distribuisce a tutti come forma di devozione, unitamente a delle pagnottelle di pane prodotte direttamente dalle donne di casa.

In Chiesa si celebra una messa solenne con panegirico; dopo di questa si svolge la processione

Lascia un commento

Archiviato in Feste

Epifania

Epifania 6 gennaio

A Petrella, durante la messa cantata viene portato in trionfo il Bambino Gesù con una bella processione coreografica all’interno della chiesa di San Giorgio martire. Nel pomeriggio si effettua l’altra caratteristica funzione del bacio del Santo Bambino.

Lascia un commento

Archiviato in Feste

S.Giorgio 2010

Quest’anno la rituale processione per la festa di S.Giorgio non si è svolta il 23 aprile bensì il giorno successivo a causa delle condizioni metereologiche avverse che hanno portato pioggia abbondante sul territorio di Petrella. E’ stato un peccato non vedere la statua del santo uscire il 23 aprile per le vie del paese con il conseguente “rinfresco” post processione a base di taralli di S.Giorgio e vino locale.

Novità di quest’anno è stata la presenza dell’ordine dei “Templari cattolici d’Italia”  la cui presenza ha fatto molto discutere. Era davvero opportuno che partecipassero ad una funzione religiosa pur non essendo riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa cattolica? Cosa ha rappresentato la loro presenza a Petrella nel giorno di San Giorgio? Cosa ha rappresentato la loro visita per il popolo di Petrella?

Lascia un commento

Archiviato in Tradizioni